La dove il mare Tirreno e il mare Jonio si mescolano, nasce lo Stretto di Messina, un tratto di mare che scorre contenuto dalla costa di Reggo Calabria e dalla costa di Messina .
    Grazie all'orografia del fondale e dalle correnti , montante e scendente , che ciclicamente ogni sei ore si alternano mettendo in movimento enormi masse d'acqua, questi fondali diventano molto interessanti dal punto di vista biologico. Infatti durante le immersioni già a pochi metri di profondità è possibile incontrare i pesci trombetta (Macroramphosus scolopax) , i cavalluci marini con le loro livree di vari colori.
    Un altro fascino lo offrono i relitti dello stretto di Messina , anche essi spesso ricoperti da spugne , alghe , parazoantus, gorgonie , si presentano con un nuovo look agli occhi dei subacquei.